È tutta una questione di esigenze

Qual è l'approccio alle esigenze?

L'approccio dei bisogni si riferisce all'idea che le persone arrivano al lavoro con determinati bisogni e che, se questi non vengono soddisfatti, possono diventare demotivate, infelici e infine lasciare l'organizzazione.
Per avere successo nel guidare e ottenere il meglio dai propri collaboratori, i leader devono concentrarsi sul collegamento e sul soddisfacimento delle esigenze dei propri dipendenti, anziché imporre loro le proprie esigenze.
Questo approccio sottolinea l'importanza di comprendere e trattare le persone in modo da soddisfare le loro esigenze individuali, favorendo in ultima analisi relazioni di successo e una leadership efficace.

Cosa dobbiamo capire dei bisogni?

  • Ognuno di noi ha una serie di esigenze uniche
  • Non è realistico aspettarsi che tutti i nostri bisogni vengano soddisfatti.
  • Persone con esigenze diverse possono negare i nostri bisogni, senza volerlo.
  • Se i nostri bisogni fisici (acqua, cibo, calore) non sono soddisfatti, moriamo.
  • Se i nostri bisogni emotivi (apprezzamento, fiducia) non vengono soddisfatti, moriamo emotivamente (infelici, depressi).

I bisogni non soddisfatti influiscono sulle prestazioni?

Sì, i bisogni non soddisfatti possono influire in modo significativo sulle prestazioni. Quando i bisogni di un individuo non vengono soddisfatti, è naturale che si distolga dall'attenzione e che metta in atto comportamenti come il lamento, il biasimo e la critica.

Una ricerca condotta dal CIPD suggerisce che, in media, si perdono 12 giorni all'anno perché i dipendenti non sono concentrati. Quando le nostre esigenze non vengono soddisfatte sul posto di lavoro, la nostra energia tende a essere inconsciamente reindirizzata verso la ricerca di modi per soddisfare tali esigenze altrove.

Questa deviazione di energia può servire come distrazione, ostacolando la nostra capacità di svolgere efficacemente le nostre responsabilità quotidiane.

Le esigenze individuali sono più importanti di quelle aziendali?

No, le esigenze aziendali hanno sempre la priorità su quelle individuali. Le organizzazioni di successo capiscono che soddisfare le esigenze aziendali è fondamentale per il successo e la sostenibilità dell'organizzazione.

Tuttavia, è importante notare che questo non significa trascurare le esigenze dei singoli. Infatti, le organizzazioni che danno priorità alle esigenze aziendali riconoscono anche l'importanza di soddisfare i bisogni dei propri dipendenti e degli stakeholder. Assicurandosi che le esigenze dei singoli siano soddisfatte, le organizzazioni creano un ambiente di lavoro positivo che favorisce la motivazione, il coinvolgimento e la produttività.

Quando gli individui sentono che le loro esigenze vengono considerate e affrontate, è più probabile che si impegnino a raggiungere gli obiettivi dell'organizzazione.

In sintesi, mentre le esigenze aziendali hanno la priorità, Le organizzazioni di successo comprendono l'importanza di bilanciare le esigenze dei singoli e gli obiettivi generali dell'azienda. Soddisfacendo entrambe le esigenze, le organizzazioni possono creare un ambiente di lavoro armonioso e produttivo.

E se non riuscissimo a soddisfare il bisogno?

Se gli individui non sono in grado di soddisfare le loro esigenze, è probabile che si crei un senso di disimpegno. Tuttavia, se c'è un'indicazione di volontà da parte degli altri di soddisfare questi bisogni al meglio delle loro capacità, questo può aiutare a mantenere la buona volontà e incoraggiare gli individui a fare il passo più lungo della gamba.

È importante notare che quando gli individui sentono che le loro esigenze vengono ignorate, è più probabile che si disimpegnino. Se l'attenzione si concentra esclusivamente sulle esigenze del management e dell'azienda, senza considerare i bisogni dei singoli, ciò può portare alla demotivazione e a prestazioni insufficienti.

Perché bp2w® fa la differenza?

bp2w® fa la differenza perché fornisce un approccio unico per comprendere e soddisfare le esigenze dei dipendenti. Offrendo una misura dei bisogni delle persone e un sistema per esprimere tali bisogni in modo positivo e non impegnativo, bp2w® favorisce conversazioni significative che possono trasformare i rapporti di lavoro.

Quando i bisogni dei dipendenti vengono riconosciuti e soddisfatti sul posto di lavoro, è più probabile che si sentano apprezzati e soddisfatti. Questo porta a un aumento del morale, della produttività e della redditività.

Inoltre, i dipendenti che vedono soddisfatte le proprie esigenze hanno maggiori probabilità di apprezzare il proprio lavoro e di impegnarsi maggiormente, con conseguente riduzione dell'assenteismo e del turnover del personale.

Implementando la bp2w®, le organizzazioni possono creare un ambiente di lavoro in cui i dipendenti si sentono ascoltati, sostenuti e motivati. Questo, a sua volta, favorisce relazioni migliori, una maggiore soddisfazione lavorativa e, in ultima analisi, un ambiente di lavoro più positivo e produttivo.

Se i nostri bisogni non sono soddisfatti sul lavoro, l'apatia e il morale basso deviano inconsciamente la nostra energia positiva e perdiamo la concentrazione, ci distraiamo e poi ci disimpegniamo. Le ricerche indicano che 12 giorni all'anno per dipendente vengono persi a causa di queste condizioni (CIPD).

PAGINA_Tutto_su_i_bisogni
it_ITItalian
Torna in alto